fbpx

TeCIP – Sant’Anna

Dogana_SantAnna

L’Istituto TeCIP nasce a Pisa nel 2001 come Centro di Eccellenza del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica.

Anima dell’Istituto sono la ricerca e la formazione collegate alle tecnologie della Comunicazione, dell’Informazione e della Percezione.

Le grandi aree di ricerca riguardano:

  • le reti di comunicazione ottiche con l’impiego di tecnologie fotoniche, anche nei campi della sensoristica e della biofotonica;
  • le applicazioni informatiche e telematiche di sistemi embedded real-time e le reti di sensori per l’Internet delle Cose;
  • gli ambienti virtuali e i sistemi robotici di interfaccia per lo studio della interazione uomo-macchina e della percezione umana.

La ricerca, scientifica e tecnologica, ha carattere interdisciplinare e si sviluppa in Laboratori dotati di attrezzature e tecnologie di assoluta avanguardia.

Per proseguire: dando le spalle alla vetrata, raggiungi il corridoio centrale e gira a destra per prendere le scale. Scendi al piano terra.

Ispra – Laboratorio Trattamenti

LAB_Trattamenti_Ispra

L‘Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale (ISPRA) è un ente pubblico di ricerca a supporto del Ministero dell’ambiente e della tutela del territorio e del mare. Questo Ministero si avvale dell’ISPRA per perseguire i compiti istituzionali. 

L’Istituto svolge attività di ricerca e sperimentazione, di controllo, monitoraggio e valutazione, di consulenza strategica, assistenza tecnica e scientifica, nonché di informazione, divulgazione, educazione e formazione, anche post-universitaria, in materia ambientale, con riferimento alla tutela delle acque, alla difesa dell’ambiente atmosferico, del suolo, del sottosuolo, della biodiversità marina e terrestre e delle rispettive colture. 

Nel laboratorio “Trattamenti” si eseguono alcune analisi (analisi granulometriche e misurazioni di parametri chimico-fisici) e si valuta la fattibilità dell’applicazione di diverse tecnologie di trattamento, sia di tipo chimico-fisico che di tipo biologico, valutando i principali parametri che influenzano l’efficacia dei processi ed i relativi impatti ambientali.

L’impianto pilota di separazione meccanica dei sedimenti marini e fluviali contaminati è stato allestito per la conduzione di prove pilota applicate a quantitativi sperimentali di sedimenti (alcuni metri cubi) provenienti da aree campione del territorio nazionale.

L’obiettivo generale è quello di trovare soluzioni sostenibili per il riutilizzo di sedimenti marini dragati, sia in ambito marino (es: ricostruzione spiagge) che terrestre (es: infrastrutture portuali, sottofondi stradali), in un’ottica di economia circolare, che renda il recupero di tali sedimenti, anche parzialmente contaminati, vantaggioso da un punto di vista economico ed ambientale.

Per conoscere di più su ISPRA visita questo link: http://www.isprambiente.gov.it/it/CN-LAB/laboratori-sedi-territoriali/livorno-1/laboratori

Per proseguire: esci dal laboratorio e gira a sinistra, alla fine del corridoio gira a destra in fondo troverai il prossimo laboratorio.

Ispra – Laboratorio Ecotossicologia

LAB_Ecotossicologia_Ispra

Eccoci nel laboratorio Ecotossicologia degli ambienti acquatici e biologia del plancton che svolge attività di ricerca e monitoraggio della qualità delle acque e dei sedimenti marini, tra cui aree portuali e siti contaminati. 

La valutazione della tossicità di acque e sedimenti viene effettuata mediante “saggi eco tossicologici”, che consistono nella esposizione di organismi marini modello (batteri, microalghe, crostacei, vermi, molluschi, ricci di mare) a varie matrici marine (acque e sedimenti). Dopo una esposizione a breve termine (acuta) o a lungo termine (cronica) si osservano, negli organismi esposti, eventuali alterazioni di processi biologici, quali ad esempio: la riproduzione, lo sviluppo embrionale, l’accrescimento, la sopravvivenza. Una modifica di questi processi biologici rispetto al gruppo di “controllo” rappresentato da organismi mantenuti in condizioni “normali”, cioè in ambiente non contaminato, fornisce una misura del grado di rischio ambientale e tossicologico e consente di adottare le misure idonee di protezione dell’ambiente e degli organismi.

Per conoscere di più su ISPRA visita questo link: http://www.isprambiente.gov.it/it/CN-LAB/laboratori-sedi-territoriali/livorno-1/laboratori

Per proseguire: uscendo dal laboratorio prosegui sul corridoio e sulla tua sinistra troverai l’ultimo laboratorio.

Dogana d’Acqua

Vista_DoganaAcqua

Benvenuto alla prima tappa del percorso pensato per te da Oimmei Digital Boutique!

Dall’Aula Tragni, una delle sale conferenze dell’edificio, puoi godere di una vista ampia della Dogana d’Acqua, costruita a metà dell’Ottocento con la funzione di barriera doganale.

Posta sul Canale dei Navicelli, quello che vedi proprio di fronte a te passare sotto il ponte, aveva il compito di delimitare la zona del porto franco e serviva a regolare e sorvegliare i traffici via acqua tra Livorno e Pisa, evitando il contrabbando.
Per il controllo delle merci la barriera era supportata da due darsene: una interna (quella che abbiamo davanti a noi) e una esterna.

Nel corso degli anni questa struttura ha subito molte modifiche, oltre alla la devastazione dei bombardamenti della II Guerra Mondiale. Del complesso originale è rimasto ben poco.

Livorno_-_Resti_della_Dogana_dacqua

Tramite un concorso di riqualificazione indetto dal Comune è stato costruito l’edificio a vetri che vediamo di fronte a noi, che richiama la struttura dell’antica Dogana d’Acqua, e l’edificio in cui ci troviamo. Tramite queste costruzioni è nato il Polo Tecnologico della città, che Oimmei condivide con Ispra e il Sant’Anna.

Solo recentemente, a luglio di quest’anno, è stata riaperta la darsena qui di fronte, l’antica darsena interna. Prima era interrata ed era un parcheggio, adesso è nuovamente piena d’acqua e si collega al Canale dei Navicelli come un tempo.

DoganaAcqua_riflesso

Goditi la vista, in questa prospettiva privilegiata e in versione serale.

Per proseguire: esci dall’Aula Tragni e gira a destra, troverai un punto informazioni dell’Istituto TeCIP del Sant’Anna.

Prosegui la visita

Prosegui_visita

Dopo aver visitato tutto il primo piano, adesso passiamo al piano terra dove troverai i Laboratori di ISPRA e lo studio di Oimmei Digital Boutique.

Per proseguire: continua sul corridoio e gira a destra. Gira nuovamente a destra al primo corridoio.

Ispra – Laboratorio Chimica

LAB_CHIMICA_Strumentazione_analitica

Questo che vedi è il laboratorio Contaminazione ambienti acquatici e bioaccumulo che svolge attività di preparazione ed analisi chimica (metalli pesanti) di campioni relativi a differenti matrici ambientali abiotiche (sedimenti marini, fluviali, salmastri e acque) provenienti da zone naturali e da aree a forte impatto antropico (porti e aree di bonifica), nonché a processi di trattamento di sedimenti contaminati. Vengono inoltre effettuate analisi di bioaccumulo di metalli pesanti in organismi marini (organi/tessuti), anche tramite l’allestimento di prove di “mussel watch” con Mytilus galloprovincialis per studi in situ (organismi trapiantati e/o popolazioni naturali) e sperimentazione con accumulatori passivi.

LAB_CHIMICA_Strumentazione_campioni

Per conoscere di più su ISPRA visita questo link: http://www.isprambiente.gov.it/it/CN-LAB/laboratori-sedi-territoriali/livorno-1/laboratori

Per proseguire: uscendo dal laboratorio, vai a sinistra per raggiungere il corridoio principale. Vedi dei pesci?

Pesce Fresco

pescefresco_dogana

La produzione artistica di Pesce Fresco è realizzata da Stefano Pilato. Si tratta di lavori di varia tipologia (installazioni, sculture, oggetti) sempre derivanti da materiale di recupero, in particolar modo legno trovato in spiaggia dopo le mareggiate, che vanno a creare figure, animali o composizioni.

In questo edificio prevale il tema marino, molto caro all’artista. Questi quadri così come le sculture che si trovano al piano di sopra, hanno tutte come protagonisti i pesci.

Le opere di Pesce Fresco possono trovarsi in contesti differenti, dalle istituzionali gallerie e musei, ma anche in librerie e ristoranti, per l’interesse dell’artista di entrare in contatto con ambienti e pubblici differenti. Con lo stesso intento, più recentemente, Pesce Fresco ha collaborato alla realizzazione di installazioni in scala urbana, mantenendo il carattere di riciclo dei materiali usati.

Per proseguire: entra nell’Ufficio di Oimmei Digital Boutique. È la porta accanto ai quadri

Unicorno

unicorno_copertina

C’è un tipo particolare di Start Up che viene chiamata Unicorno, quali sono le sue caratteristiche e perché è stato scelto questo nome?

Unicorn è una metafora popolarizzata dalla rivista Fortune all’inizio del 2015 per descrivere le startup che hanno una valutazione superiore al miliardo di dollari. La scelta di dar loro il nome unicorno dipende dal fatto che erano effettivamente rarissime, proprio come la creatura mitologica.

Nel giro di pochi anni, però, le cose sono cambiate e le start up unicorno non sono più così tanto rare…

Nella Silicon Valley infatti gli Unicorni ormai hanno superato il centinaio e così sono nati altri neologismi: decicorn, startup con valutazione superiore ai 10 miliardi di dollari, e quinquagintacornoltre i 50 miliardi. Per ora c’è un unico quinquagintacorn, Uber, che per questo è stato soprannominato ubercorn.

Questa è l’ultima tappa del percorso. Speriamo che l’esperienza ti sia piaciuta. Prosegui pure come preferisci, sai dove trovarci se vuoi parlare con noi!

Importante! Se hai iniziato da qui ma hai voglia di seguire il percorso che avevamo pensato per te, sali al primo piano ed entra nell’Aula Tragni.

Oimmei Digital Boutique

Benvenuto da Oimmei!

Siamo una Startup Innovativa specializzata nello Sviluppo di Mobile e Web Applications e nel System Integration.
I punti di forza dei nostri progetti sono innovazione, creatività e qualità e il nostro obiettivo è creare esperienze uniche e incentrate sugli utenti… un po’ come quella che stai vivendo tramite la nostra app!

Questi piccoli quadretti hanno al loro interno i loghi di alcuni dei nostri progetti…se sei incuriosito e vuoi saperne di più, chiedi a qualcuno del team: ti racconteremo tutto!

Se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre novità o se vuoi contattarci per incontrarci ancora o parlarci di un progetto, ecco i nostri contatti!

Sito web: www.oimmei.com
Email: info@oimmei.com
Telefono: 0586 896759

Per proseguire: avvicinati alle finestre per scoprire di più sulla Dogana d’Acqua.