fbpx

Digital Marketing Day – Carrara – San Vincenzo – Livorno – Le frontiere del turismo 3.0

  • Digital Marketing Day – Carrara – San Vincenzo – Livorno – Le frontiere del turismo 3.0
  • Digital Marketing Day – Carrara – San Vincenzo – Livorno – Le frontiere del turismo 3.0
  • Digital Marketing Day – Carrara – San Vincenzo – Livorno – Le frontiere del turismo 3.0
  • Digital Marketing Day – Carrara – San Vincenzo – Livorno – Le frontiere del turismo 3.0

Il Digital Marketing Day

‘Si fa presto a dire Digital’ è lo slogan scelto per il “ digital marketing day ” che ha come fine quello di supportare le aziende ed il nostro territorio nella fase di upgrade digitale, accompagnandole nel processo fornendo tutti gli strumenti necessari a compiere questo delicato passaggio.

I nostri interventi come Oimmei si sono inseriti nel progetto con l’obiettivo di iniziare un dialogo con imprese e associazioni e far capire l’importanza delle nuove tecnologie, in questo caso i beacons, all’interno di una strategia digitale per il turismo, facendo innovazione e allo stesso tempo offrire uno strumento ai turisti per vivere a piano la loro esperienza, alle strutture ricettive per offrire servizi avanzati che aumentano di molto l’engagement dell’utente e le loro possibilità di essere scoperti e raggiunti. I beacons sono inoltre una grande possibilità per le amministrazioni pubbliche, una occasione imperdibile di valorizzare il territorio.

questo infatti l’estratto del nostro intervento presso la Sala Conferenze dell’ Autorità Portuale di Marina di Carrara e nella Sala “La Torre”Porto Turistico di San Vincenzo:

Le frontiere del turismo 3.0
Dal turismo pianificato alla “scoperta inconsapevole”. La visita turistica diventa esperienziale, con l’utilizzo della tecnologia ibeacon, attraverso piccoli dispositivi bluetooth, i beacons, installati facilmente attorno ai luoghi di interesse, il turista diventa protagonista, esplorando le città in modo nuovo, dinamico, coinvolgente e veramente “social”,  costruendo la sua esperienza di passo in passo.

Per qualsiasi informazione sui beacons potete scriverci a info@oimmei.com o venirci a trovare nella nostra sede di Livorno.

 

Future Everything 2015, il diario

Europeana app mobile ios

Siamo tornati dal Future Everything di Manchester dove abbiamo incontrato un sacco di persone stimolanti. Non abbiamo vinto il primo premio, ma aver conosciuto Enric Senabre Hidalgo (CEO di Goteo) che ha scelto il nostro progetto come caso di studio per il crowdfunding è stato il massimo!

Tutto è iniziato il giovedì mattina, quando abbiamo conosciuto i nostri “avversari” tra cui il gigante olandese Lars, che è stato sicuramente il più alla mano e con una parlantina inarrestabile! Arrivati in un co-working abbiamo partecipato ad un micro-workshop per la costruzione di un progetto crowdfunding, lavorando spalla a spalla con Milena Popova di Europeana e dopo questo lavoro di 40 minuti, abbiamo parlato per la prima volta del nostro progetto di fronte a una platea internazionale.

 

pitch

 

Il pomeriggio, appena arrivati alla Town Hall, siamo stati indirizzati verso Enric: conosceva già il progetto, glielo abbiamo presentato in dettaglio e dopo averci fatto un workshop dedicato, facendoci studiare anche progetti che sono stati finanziati grazie a Goteo, ha usato Europeana Beacon come esempio di progetto su cui costruire il crowdfunding! C’è stato un bel brain storming e molti partecipanti si sono innamorati del progetto. Abbiamo finito la giornata con nuove amicizie e nuove idee per portarlo avanti, cambiando notevolmente la nostra visione commerciale!

Goteo

 

“Buongiorno. Siamo quelli di ieri…” è stato il nostro tormentone nella preparazione del pitch: nessuno aveva idea di come affrontarlo! Invece è stato molto semplice anche se l’emozione era alta, ma anche l’adrenalina!

Poi la noia totale: ora “Ora arrivano i giornalisti per le interviste!”, “Cinque minuti e i giornalisti vengono!”, “Salve sono uno dei giornalisti, stiamo finendo un’altra intervista e arriviamo”, “Ragazzi, i giornalisti sono dovuti andare via!” 4 ore di attesa, usata comunque per fare due chiacchiere con gli altri partecipanti. Poi ci hanno ci chiamato per andare dalla giuria, un incontro che doveva durare 20 minuti, ma che invece è durato 35 minuti! Poi finalmente liberi!!!

Board

 

15 minuti di albergo, poi a piedi verso il Royal Northern College of Music dove c’è stata la premiazione. Un birrino artigianale al Thiristy Scholar e poi in mezzo alla festa! Alla premiazione eravamo tutti emozionati, forse ci credevamo un po’, ma avendo sentito le presentazioni di tutti ci siamo resi conto che la concorrenza era comunque di alto livello: ci è piaciuto molto il progetto francese di Plume Labs sul monitoraggio atmosferico delle grandi città, Allryder per ottimizzare gli spostamenti con i mezzi pubblici (progetto inapplicabile a Livorno!) e ci è restato simpatico anche il progetto Bileit per la vendita last minuti di biglietti teatrali, forse anche perché uno di noi a caso è anche il direttore artistico di una compagnia teatrale in città. Ma quando hanno annunciato che il progetto vincitore era GoOV di Lars siamo stati contenti! Il suo progetto dedicato alla mobilità su mezzi pubblici per persone con disturbi mentali, inizialmente ci rendeva molto perplessi (per la serie “Uno smartphone in mano ad un malato di mente dura quanto i gatti sull’Aurelia!”), ma parlando con Lars che ci ha spiegato esattamente di cosa si tratta e come funziona, ne siamo rimasti profondamente affascinati per l’importanza sociale che ha, per i risultati già ottenuti (l’84% dei soggetti che lo sta testando è passato ad usare solo mezzi pubblici), e per la grande dedizione che ha per questo progetto!

OimmeiTeam

 

Torniamo quindi a casa con una grande esperienza e con nuove amicizie, come Lars, le ragazze che hanno partecipato al brain storming: Hellen, Geraldine ed Ina che hanno vinto uno dei premi di Europeana Creative, poi Enric e Anne Marie di Goteo e infine abbiamo ritrovato Milena e James di Europeana, che credono molto nel nostro progetto.

Rientrati a Livorno abbiamo finito il trasloco nel nuovo ufficio e da oggi abbiamo ripreso a pieno ritmo le nostre attività!

Europeana Beacon App

europeana beacon app ios smart tourism

Eccoci! Questo è il nostro nuovo prototipo per il Future Everything Festival di Manchester, grazie a Europeana e Apps4Europe per questa opportunità.

Qualche parola riguardo all’App:

Europeana Beacon combina la potenza degli Europeana Open Data con la tecnologia di ultima generazione, iBeacon.
Gli utenti possono passeggiare per la città e essere avvisati dal telefono quando qualcosa di interessante è nei paraggi, permettendo alle persone di scoprire nuovi posti in un nuovo modo. Gli utenti posso leggere o ascoltare le guide su ogni punto a cui si avvicinano, avendo la possibilità allo stesso modo di guardare video ed immagini. Possono sfidare altri utenti in una caccia al tesoro e scoprire tutti gli indizi o seguire il percorso che il curatore ha creato per loro.
Il curatore inoltre può accedere a tutti i tipi di statistica e sapere come quanto ogni punto di interesse è stato visitato.”

Questo è il link al sito.
http://www.europeanabeacon.com

bSmart, un progetto basato sulla tecnologia iBeacon

bsmart-tourism

“bSmart” è un progetto che si prefigge di valorizzare il territorio attraverso l’utilizzo della tecnologia iBeacon ®.
Siamo fermamente convinti che con l’utilizzo di queste nuove tecnologie si possano aprire nuovi fronti di interesse e coinvolgimento di turisti e cittadini verso le bellezze storiche, naturalistiche e le eccellenze che il nostro territorio è in grado di offrire. Proponendo un nuovo modo di interagire e di rapportarsi con l’ambiente circostante, valorizzano al massimo l’esperienza che una persona può vivere nella nostra provincia e allo stesso tempo aumentando nel turista il desiderio di tornare ad esplorare il nostro patrimonio.

In sintesi queste sono le componenti di bSmart:

35H

 

bTourism

Rendere i monumenti/luoghi di interesse interattivi e multimediali
Il turista passando vicino ad un monumento riceverà in automatico la sua scheda, ed avrà la possibilità di consultare audioguide (opzionalmente a pagamento), fotografie, video, etc. Ad esempio potrebbero essere indicati altri luoghi di interesse o punti ristoro nelle vicinanze.
Scoprire luoghi storici “nascosti”
Passeggiando è possibile passare sotto la casa natale di Modigliani o Ilio Barontini e non saperlo: il beacon della casa lo dirà all’App del turista, che potrà così scoprire i luoghi più nascosti della città.
Trasformare la propria visita turistica in un’esperienza “social”
Oggi selfie e #hashtag stanno spopolando: il turista, facendosi una foto con l’App vicino ai beacon predisposti, potrà condividerla automaticamente sui social network, aiutando ad incrementare la visibilità del tuo Comune a livello globale ed invogliare nuovi turisti a visitarlo.
Sapere quanti e quali monumenti hai visitato
Grazie ai beacon è possibile sapere quanti monumenti sono stati effettivamente visitati, così il turista potrà “giocare” a una caccia al tesoro che può “vincere” se riesce a visitare tutti i luoghi consigliati dall’ App.
Giocare ed apprendere grazie ai beacon
Tramite il gioco si può capire la qualità dell’esperienza offerta, grazie a quiz e altri giochi sui monumenti che il turista ha effettivamente visitato. Questa esperienza può essere anche un modo per avvicinare i bambini all’arte e alla cultura in modo ludico.
Monitorare quali monumenti sono i più visitati
Conoscere quali sono i monumenti più visistati da turisti e cittadini può aiutare l’Amministrazione a valorizzare al meglio il proprio patrimonio culturale.

distillery-barrels-591602_1280

 

bFood&Wine

Individuare i migliori percorsi enogastronomici
Scegliere tra percorsi esistenti o personalizzabili tra le aziende enogastronomiche del territorio. Il visitatore può decidere se seguire percorsi già registrati sull’App (come ad esempio la Strada del Vino) o pianificarne di nuovi a seconda dei propri gusti.
Che mezzo usare per il mio viaggio enogastronomico
In automobile, in moto, in bicicletta o a piedi? I percorsi conterranno informazioni su come seguirli nel modo migliore, indicazioni sulle tappe consigliate, alloggi e punti di ristoro che aderiscono al percorso.
Scheda di approfondimento per ogni azienda
Aziende e catalogo prodotti saranno sempre a disposizione dell’utente (anche da casa), e se sta visitando un’azienda potrà accedere ai contenuti extra che saranno accessibili grazie ai beacon!
I prodotti parlano di sé, e si fanno raccontare
Il visitatore avvicinandosi al prodotto, riceverà una scheda di approfondimento, e potrà metterlo fra i suoi preferiti. Ogni prodotto potrà essere commentato e valutato: tutti i messaggi saranno visibili all’Azienda, che potrà decidere se renderli pubblici o meno.
Comprare i prodotti direttamente dalla App
Durante una visita ad un’azienda, sarà possibile indicare quali prodotti si desidera acquistare direttamente.
Anche una volta tornati a casa sarà possibile ordinare e comprare i prodotti preferiti sempre grazie alla App.

museum-398761_1280

 

bMuseum

Rendere le opere esposte interattive
Il visitatore avvicinandosi ad un’opera riceverà in automatico la sua scheda, ed avrà la possibilità di consultarla senza accalcarsi davanti alla targa descrittiva. Le schede potranno contenere oltre al testo, audio, video e foto. I contenuti scoperti rimarranno a disposizione del visitatore anche una volta uscito dalla mostra. Da oggi è l’opera che si racconta.
Le audioguide reinventate
Il museo potrà creare in ogni momento dei nuovi tour audioguidati acquistabili direttamente all’interno dell’App. Durante il percorso suggerito i beacon indicheranno all’App le giuste informazioni audio che verranno automaticamente riprodotte in cuffia.
Sapere quali opere non hai visto
Il visitatore potrà sapere se ha esplorato tutta la sala espositiva grazie all’App, e potrà facilmente trovare le opere che non ha ancora visto.
Giocare con le opere d’arte
Giochi personalizzati, che usano le opere esposte come soggetti, potranno aiutare a migliorarne l’osservazione: un modo innovativo anche per avvicinare e far divertire i bambini con l’arte e la cultura.
Strumenti per il curatore
Registrando le opere effettivamente visitate, il tempo di permanenza davanti ad un opera, l’ordine di visita delle opere, etc. il curatore della mostra ha in mano uno strumento innovativo per valutare e migliorare le proprie esposizioni in base ai comportamenti reali dei visitatori.

La tecnologia iBeacon, una definizione

estimote-beacons-coupon-app

iBeacon è l’implementazione di Apple della tecnologia wireless Bluetooth low-energy (BLE) per creare un nuovo modo di fornire informazioni contestualizzate alla posizione e servizi a smartphone. Gli iBeacon sono stati introdotti con iOS 7, e quindi compatibili con tutti gli iPhone 4S o superiori, iPad (dalla terza generazione in poi), iPad Mini e iPod Touch (dalla quinta generazione in poi). Inoltre la stessa tecnologia BLE è compatibile con i dispositivi Android a partire dalla versione 4.3.
I beacons sono dei dispositivi che trasmettono il proprio segnale ad intevalli regolari, in modo che gli smartphone adeguati e nelle immediate vicinanze siano in grado di ricerverlo. Una volta che lo smartphone riceve il segnale, viene risvegliato automaticamente in modo che possa eseguire delle azioni prestabilite dall’applicazione sviluppata.

Con gli iBeacon l’esperienza può essere calibrata in base alla reale “vicinanza” dell’utente al luogo di interesse, ad esempio:

Vicino al Negozio: a 10-30 metri di distanza dal negozio. Mostra dei contenuti che siano in grado di catturare l’attenzione con messaggi sullo schermo, anche spento.
Dentro il Negozio: dopo che l’utente è entrato ed è approssimativamente a 5-10 metri dal beacon. Mostra dei contenuti sull’App riguardanti specifici prodotti oppure riconoscere e mostrare informazioni particolareggiate sull’oggetto che l’utente sta effettivamente osservando.
Vicino alle Casse: quando l’utente è a circa 2 metri dal beacon. E’ possibile utilizzare questa informazione per attivare specifiche azioni sull’App quali presentare la possibilità di completare una transazione economica, avere una rendiconto degli acquisti, etc..
Usciti dal Negozio: coinvolgere l’utente a tornare di nuovo, mediante l’invio di una promozione, o semplicemente un ringraziamento per aver visitato il negozio.

I tipi di implementazione infine sono molteplici:

  • Vendite: Outlets, Grandi Magazzini
  • Trasporti: Aeroporti, Stazioni, Porti
  • Ristorazione: Risoranti, Bar, Pub, Cafè
  • Casa Intelligente: Luci, Termostato, Apertura/Chiusura
  • Hotels
  • Educazione: Musei, Mostre, Centri Storici
  • Divertimenti: Stadi, Cinema, etc..
  • Parchi Di Divertimento: Navigazione, Giochi
  • Giochi: Quiz, Cacce al Tesoro, Programmi di educazione per bambini

Vuoi saperne di più? Contattaci!

(grazie ad Estimote per le immagini)