fbpx

Facebook News Feed. Non sapevi che

Facebook_NewsFeed

Riusciresti ad immaginarti Facebook senza il News Feed? Niente notizie, foto, post… Per quanto sembri lontano anni luce, per i suoi primi due anni di vita Facebook non aveva una sezione notizie. E ti diciamo di più: se oggi il News Feed è fondamentale nella nostra esperienza Facebook, gli utenti non erano della stessa idea quando il 6 settembre 2006 fu lanciato per la prima volta…

Un breve ripasso della storia di Facebook

Il social network più utilizzato al mondo è nato all’inizio del 2004 ed era rivolto agli studenti di Harvard ma, nel giro di pochissimi mesi, è stato aperto anche ad altre università, incrementando il numero di iscritti in modo vertiginoso.

Ma che cos’era Facebook 15 anni fa? Cosa poteva fare l’utente e come si mostrava dal punto di vista grafico?

Si trattava sostanzialmente di una directory di nomi, interessi e informazioni di contatto. L’utente poteva creare il proprio profilo, aggiungere foto, far parte di gruppi.

Ma ad esempio, per sapere che cosa faceva un amico, l’unica possibilità era andare sulla sua bacheca.

6 settembre 2006: arriva il News Feed

Now, whenever you log in, you’ll get the latest headlines generated by the activity of your friends and social groups.

Prendendo a modello i quotidiani (appunto newspaper) e con l’obiettivo di rendere il social più coinvolgente, il 6 settembre del 2006 Marck Zuckerberg e il suo team lanciano il News Feed. Le intenzioni sono le migliori e c’è molta trepidazione per la risposta degli utenti.

Beh… non andò proprio come speravano: fu creato un gruppo Facebook contrario al News Feed con moltissimi partecipanti!

Le reazioni negative e le proteste derivavano dal fatto che si trattava davvero una grande novità, gli utenti del tempo non avevano familiarità con questo tipo di concetto. In particolar modo le critiche riguardavano il tema della privacy (argomento centrale tutt’oggi!): quante e quali informazioni del singolo utente sarebbero state mostrate agli altri utenti?

Zuckerberg stesso dovrà intervenire a placare gli animi.

In un post di Facebook spiega il funzionamento del News Feed e i suoi vantaggi e rassicura allo stesso tempo gli utenti riguardo alla loro privacy. A distanza di poco uscirà anche una nota ufficiale sul blog che descriverà le modifiche apportate per la tutela della privacy degli utenti.

Ad ogni modo, nonostante le proteste, tutto questo fervore non fece altro che aumentare l’attività su Facebook. Apportando le modifiche promesse, il News Feed rimase presente sul social cambiando drasticamente la user experience dell’utente e diventando una delle caratteristiche principale del social.

 La centralità del News Feed

Dal 2006 ad oggi la sezione notizie ha visto molte novità. Pensiamo, ad esempio, alla varietà di tipi di contenuti che possiamo vedere sul nostro Feed (immagini, video, dirette, link, post sponsorizzati), alla possibilità di interagire con essi non più con un semplice Mi Piace o un commento ma con reazioni (recentemente anche in 3D) e condivisioni, alla possibilità di accedere alle Storie, che anche su Facebook stanno prendendo piede, e molto altro.

Inoltre la sezione notizie è il centro principale d’azione del famoso algoritmo di Facebook che cerca di mostrare sempre agli utenti quello che potrebbe interessar loro di più. In sostanza è lo stesso utente che “guida” l’algoritmo, difatti viene registrato con quali pagine e quali utenti interagiamo maggiormente e sanno proprio questi ed essere i protagonisti del nostro News Feed.

Related Posts